"Comitato per il riutilizzo delle case vuote della Piana da parte dei lavoratori locali e migranti"

Mercoledì, 30 Gennaio, 2019 - 21:16

Il Co.S.Mi (Comitato Solidarietà Migranti) e il CSC Nuvola Rossa aderiscono all'iniziativa che si terrà venerdì 1 febbraio presso il comune di San Ferdinando, durante la quale verrà presentato il nascente "Comitato per il riutilizzo delle case vuote della Piana da parte dei lavoratori locali e migranti". Da anni ripetiamo che bisogna smantellare la tendopoli e trovare soluzioni dignitose per i braccianti, costretti a vivere in condizioni disumane anche per via delle difficoltà cui vanno incontro nell'affitto di una casa (difficoltà spesso dovute all'assenza di una mediazione istituzionale con i proprietari). I dati Istat, poi, non fanno altro che confermare che la soluzione c'è ed è a portata di mano: nella sola piana di Gioia Tauro ci sono 35 mila immobili sfitti; ciò significa che recuperando una parte di queste case si risolverebbe il problema dei lavoratori sia locali che stranieri che vivono il dramma del disagio abitativo. Da troppi anni in quei territori gli ultimi sono abbandonati a se stessi e le istituzioni hanno sempre risposto attraverso soluzioni tampone invece di intervenire con azioni mirate e definitive. Aprire e utilizzare le case vuote è l'unica risposta: tutte le altre soluzioni che non perseguono il radicale superamento della tendopoli-ghetto sono solo un modo per speculare sulla disperazione e sul disagio dei braccianti. Come realtà impegnate affiancheremo il comitato affinché si possa finalmente ridare dignità e diritti a tutte quelle persone che da anni vivono in condizioni di vita inaccettabili nell'indifferenza dello Stato.

 

Leggi tutti gli articoli della categoria:


Condividi su:

Facebook Facebook Facebook